Stai forse pensando di accogliere un pappagallo in famiglia?
Questa guida semiseria (ma piuttosto realistica) passo passo ti aiuterà a prepararti mentalmente e fisicamente a vivere con questi stupendi animale.


  1. Prendi una carota e dalle un morso, mastica bene il boccone, ma senza ingoiarlo.
    Ora vai in salotto e inizia a sputarlo addosso al muro. Lascia che secchi. Prendi una spugnetta e pulisci.
    Ripetere almeno 3 volte a settimana.
  2. Vai al tuo negozio di accessori e cibi per animali di fiducia e compra tutto il necessario per un mese.
    Adesso, con il denaro che ti resta vai a fare la spesa e compra un paio di kg di pasta, qualche busta di parmigiano e del burro per condirla.
    Dovrebbe bastarti per due settimane e sarà tutto ciò che riuscirai a permetterti d’ora in poi dopo aver speso ad inizio mese tutti quei soldi al negozio per animali.
  3. Portati il tuo quotidiano preferito al negozio per animali, mettilo sul fondo di una gabbia vuota e leggilo da dove lo hai posizionato. Questo è l’unico modo in cui riuscirai a leggere il giornale d’ora in poi.
  4. Prendi degli estrusi per pappagalli, un po’ di verdure tagliuzzate, un po’ di feci di pappagallo dal tuo negozio qualora ne abbiano uno con sé (ti squadreranno da capo a piedi, ma con tutte le probabilità non te la dovrebbero far pagare!), alcune piume, pezzi di giocattoli per pappagalli rotti, un po’ di segatura della dimensione adatta per il fondo delle gabbie ed infine alcune bucce di noccioline. Metti tutto in un contenitore capiente. Torna a casa e sparpaglia un po’ del contenuto per terra.
    Adesso pulisci. Ributtacene altro. Pulisci ancora.
    Ripetere almeno 2 volte al giorno.
  5. Prendi un cacciavite dalla cassetta degli attrezzi. Fai dei buchi nel muro. Già che ci sei, usalo per fare a pezzi la cornice delle porte e rompere un paio di soprammobili.
  6. Assicurati di conoscere il significato di tutte queste parole: cloaca, uropigio, sindrome da dilatazione del proventricolo, malattia del becco e delle penne, rapporto calcio/fosforo, Polyomavirus, malattia di Newcastle, ecc.
    Avrai bisogno di fare molte ricerche perciò armati di occhiali da vista!
  7. Prendi una tazza di farina e muoviti per la casa e spargila su tutte le superfici che incontri. Adesso mettiti a spolverare tutto.
    Ripetere almeno 3 volte a settimana.
  8. Ordina un DVD documentario sulla vita selvatica dei pappagalli, inseriscilo nel lettore DVD e imposta il volume del TV al livello massimo.
    Ripeti almeno 3 volte al giorno per 15 minuti circa.
  9. Riprendi un po’ di quelle feci di pappagallo che avevi preso dal negozio e spalmala su un spazzola. Prendi la spazzola e inizia a strofinarla sul retro della tua maglia. Lascia asciugare e vai a fare un giro o delle commissioni in città.
    Conta le persone che ti fisseranno ed anche quelle che gentilmente ti diranno che avrai feci di uccello sulla schiena.
  10. Vai in missione raccatta-oggetti e arraffa cose come tappi di bottiglia, pezzi di rafia, rami da alberi (NON TOSSICI), pezzi di cartone e vecchi fili stendi panni. Con questi immergiti nell’arte del costruire giochini interessanti. Hai 8 minuti di tempo.
    Pronti, partenza… Via! La loro durata sarà indirettamente proporzionale alla quantità di tempo speso per farlo.
  11. Imposta l’accensione automatica sia per TV che per lettore DVD alle 6 di mattina, con il volume al massimo e quel documentario di pappagalli già inserito e pronto a iniziare.
    Ripetere ogni mattina per il resto della tua vita. Ricordarsi di accenderlo anche ogni volta che stai guardando un film avvincente.
  12. Prendi alcune lenzuola e con il cacciavite di poco fa e inizia a praticarci una moltitudine di buchi a forma di becco. Prendi ancora un po’ di quelle fantastiche feci di uccello e spalmacele sopra. Lava tutto quanto.
    Ripetere almeno 2 volte al mese.
  13. Trova un bravissimo veterinario aviario e pagagli una rata del mutuo della casa. Ripeti almeno una volta all’anno per ogni pappagallo che hai intenzione di adottare.

Se riesci ad avere a che fare con questo nuovo modo di vivere per almeno 6 mesi di fila senza andare fuori di testa allora ci sono buone probabilità che tu sia pronto per poter adottare una di queste bellissime creature!


Traduzione dell’articolo “Preparing Yourself For Getting a Bird” di Patricia Sund (http://parrotnation.com)



Print Friendly, PDF & Email