Soprattutto se si è molto tempo fuori di casa è sempre meglio dare al proprio pappagallo un compagno della stessa specie, sia perché sarà molto più probabile che tra loro stabiliscano una relazione pacifica, sia perché, se si accetteranno, potranno avere una costante compagnia di un loro cospecifico.

Ogni pappagallo è diverso: è imprevedibile sapere come si relazionerà con un suo simile. Più grande sarà lo spazio (gabbia o voliera) a disposizione e meno saranno i rischi di eventuali litigi: deve esserci spazio affinchè il pappagallo attaccato possa scappare e mettersi al sicuro. È indispensabile non avere fretta: è pericoloso mettere subito insieme nella stessa gabbia o voliera due pappagalli che non si conosco. L’avvicinamento deve essere sempre graduale.I pappagalli sono per lo piu’ monogami: non solo mantengono lo stesso compagno per tutta la vita, ma la scelta dello stesso non è scontata e pertanto non è detto che accettino chi si decide di affiancargli.

CONVIVENZA TRA PIÙ PAPPAGALLI

Coppia della stessa specie
È la scelta migliore e più semplice: avranno lo stesso linguaggio del corpo e comunicheranno nello stesso modo. Anche in questo caso potrebbero esserci difficoltà, ma col tempo è molto probabile che i due pappagalli imparino a vivere insieme.

Bisogna ricordare che:
– si deve fare conoscere i due pappagalli in modo graduale
– se si forma la coppia il rapporto che si ha col proprio pappagallo potrebbe cambiare: si creerà un rapporto meno ossessivo con l’umano, ma questo non significa che il pappagallo diventerà meno domestico, sarà solo più indipendente e sereno.
– formando la coppia è possibile che cerchino di accoppiarsi. Se non si vuole che depongano le uova bisogna ridurre gli alimenti energetici e non fornire il nido.

Specie diverse
La convivenza sarà più complicata perchè dipenderà da molte variabili: dalla storia passata dei due pappagalli, dalla loro età, da come sono stati cresciuti e da che rapporto hanno con il loro umano.

È indispensabile:
– Supervisionare sempre le uscite dalla gabbia, un litigio può essere mortale, specie se i pappagalli sono di dimensioni molto diverse.
– La regola generale è: specie diverse in gabbie diverse.
– È meglio affiancare i due soggetti finché sono ancora molto giovani, così che possano crescere insieme.
– Alcune specie sono più propense per indole a convivere con differenti specie, essendo per natura meno territoriali e più pacifiche.

Convivenza con altri animali

È possibile:

– Usando sempre le dovute precauzioni: ciascun padrone dovrebbe conoscere l’indole del proprio animale abbastanza bene da capire quale tipo di interazione è possibile.
– Con cani e gatti che NON hanno forti istinti da cacciatori
Sempre e solo sotto supervisione: mai lasciare i propri pappagalli da soli liberi con altri animali.
– Ricordando che un pappagallo non dovrebbe MAI interagire con un cane o un gatto fisicamente



Print Friendly, PDF & Email